Il dono dei Magi

Tratto da un racconto di O. Henry


Un dollaro e ottantasette centesimi, ecco tutto quello che Della era riuscita a mettere da parte. La ragazzo guardò sconsolata i soldi.

Con quella cifra sarebbe stato impossibile comprare qualcosa di bello per Jim. Quel pensiero la rese terribilmente triste, perché desiderava con tutto il cuore sorprendere suo marito con un bel regalo di Natale.

Della e Jim si amavano ma erano giovani e non guadagnavano abbastanza per concedersi grandi lussi.

A loro di solito non importava ma era la vigilia di Natale e Della per una volta desiderava poter spendere qualcosa di più per sorprendere Jim…

Ancora stringendo i soldi in mano, Della cominciò a camminare per la stanza, in cerca di un’idea. Così passì davanti allo specchio, dove vide i suoi lunghi capelli castani.

“Ho trovato la soluzione al problema!” esclamò. Poi infilò il cappotto e uscì di casa, diretta verso il parrucchiere del quartiere. Le strade erano affollate di persone dall’aria indaffarata, impegnate negli ultimi acquisti. Nelle vetrine del droghiere erano esposti dolcetti dall’aria invitante e ovunque si respirava l’atmosfera festosa e natalizia. Della raggiunse il parrucchiere e si fermò davanti alla porta del negozio, domandandosi che cosa avrebbe pensato Jim di quello che stava per fare. Poi si fece coraggio ed entrò.

Il parrucchiere costruiva e vendeva bellissime parrucche e quando vide Della accettò subito di comprare i suoi lunghi capelli. Fece sedere Della sulla poltrona davanti allo specchio, prese un paio di forbivi affilate e tagliò la chioma della ragazza, lasciandola con un caschetto corto e un po’ arruffato. La pagò bene: Della uscì dal negozio con venti dollari in tasca. Attraversò la strada, per dare un’occhiata alle vetrine, sorridendo felice: con i soldi guadagnati avrebbe potuto comprare qualcosa di molto bello.

Si fermò davanti all’orefice, osservando incantata i gioielli. E lì scorse quel che cercava: una bella catena per l’orologio da tasca di Jim. Era l’oggetto più prezioso che suo marito possedesse, ci teneva davvero tanto e sarebbe stato felicissimo del regalo. Della entrò dall’orefice e ne uscì con un bel pacchettino. Non vedeva l’ora che Jim tornasse dal lavoro…

Della preparò la cena per la Vigilia poi restò alla finestra ad aspettare il ritorno del marito. Quella sera Jim arrivò a casa più tardi del solito, con un pacchettino in mano e un gran sorriso sul viso. Era un po’ in ritardo perché si era fermato a comprare il regalo per la sua amata. Come entrò in casa e la vide, spalancò la bocca per la sorpresa. “I tuoi capelli!” esclamò.

Della si fece triste: forse a Jim il suo nuovo taglio non piaceva proprio.

“Li ho venduti per comprarti questo” disse la ragazza dandogli il suo dono. Jim la abbracciò forte. “ovviamente mi piaci anche così! Capirai il mio stupore quando aprirai il mio regalo” disse dandole un pacchetto.

Della aprì la scatola. Dentro c’erano… un bellissimo pettine e una spazzola argentata. Proprio quelli che aveva tanto ammirato dietro la vetrina del negozio giù all’angolo.

“Ora che hai i capelli corti, temo non ti servano più” disse Jim triste. “Per comprarli ho venduto il mio orologio”.

Ora fu Della a restare a bocca aperta per la sorpresa. Senza orologio, la catena che aveva comprato non serviva più a nulla! Della e Jim avevano comprato non serviva più a nulla! Della e Jim avevano venduto le cose più preziose che possedevano, pur di farsi un regalo di Natale. Non erano tristi, però: avevano capito che il loro amore era la cosa più importante e il loro fu il Natale più felice di tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...